Regione Lombardia

REGIONE LOMBARDIA 

Presidente regionale Feder.S.P.eV.:  prof. Marco Perelli Ercolini

Sabato 15 ottobre 2016   presso la Sede dell’Ordine dei Medici  di Bergamo si è svolto il Convegno  Regionale della Feder.S.P.eV.  Lombardia “Movimento  e benessere”, per approfondire l’attività motoria e  le terapie per il dolore cronico nella terza età.

Professionisti esperti hanno parlato di temi importanti ai  numerosi  convenuti da tutta la Lombardia.    Dopo un saluto del Presidente Nazionale prof. Michele Poerio e del Presidente Regionale prof. Marco Perelli Ercolini, il dott. Emilio Pozzi, Presidente Ordine dei Medici e  Federspev di Bergamo e coordinatore del Convegno,  ha presentato i vari relatori.

Una breve sintesi per sottolineare i  punti più salienti.          

Il dott. Emilio Pozzi ha parlato dell'esperienza di Bergamo longeva ormai consolidata da anni, in particolare per ciò che riguarda l’attività motoria,  valente aiuto per rinforzare la muscolatura e l’equilibrio, evitando così facili cadute. E’  un  consiglio di socializzazione e  serve come  prevenzione con  costi  irrisori. Basta un insegnate  laureato in scienze motorie,  serve un locale e apparecchiature molto semplici.

Dalla  domotica alla tecnoassistenza. E’un capitolo dell’ingegneria che viene in aiuto agli anziani, soprattutto disabili. La casa attiva e passiva, un ossimoro di grane valenza sociale, studiata in tutti i particolari. E’  ancora in fase progettuale, ma potrà  diventare presto una possibilità concreta.

Il Creg,  una novità della Regione Lombardia che  si occupa di utenti  con patologia cronica.  Si sta  diffondendo sul nostro territorio tramite  i medici di base, con un grande ritorno a favore della salute e un  risparmio economico.

Azione di solidarietà- La dott.ssa Cinzia Suardi, nella memoria del padre medico, ha istituito la Fondazione SUARDI per lo sviluppo e la  diffusione della  riabilitazione dell’anziano, in collaborazione con il Presidente di Bergamo dott. Emilio Pozzi..

Il dolore cronico non neoplastico.  La dott.ssa Goisis ha  parlato  della “patologia della vecchiaia” dal punto di vista psicologico, poi ha fatto  un vero “elogio  della vecchiaia”,   una stagione della vita da scoprire e da vivere con serenità.  Ha fornito alcune  riflessioni ed esortazioni, come “accendere il giorno e non lasciare affievolire la volontà  del corpo, scoprire l’anima della persone, il carattere e la nostra storia,  l’attenzione alla persona... importante è l’esserci”. Molto c’è da incominciare a fare anche quando  non  c’è più molto da vivere, la  malattia  non guaribile non è “non curabile.”

La vecchiaia è un'afflizione: ogni tremore, ogni cosa dimenticata, ogni macchia sulla pelle, la nostra immagine nello specchio diventano motivo di  ansia.  Superare questo con capacità e coraggio, coltivare le idee, essere curiosità.

Vivere la vecchiaia non come un limite, ma come un'opportunità!

21/10/2016