SPESE MEDICHE DETRAIBILI ANCHE CON PAGAMENTI TRACCIABILI CON BANCOMAT DEL FIGLIO

a cura di Marco Perelli Ercolini

Agenzia delle entrate interpello 484 AG_ENTRATE Risposta n_484-2020.pdf: il contribuente ha diritto alla detrazione per spese mediche 2020 anche se il pagamento avviene con bancomat o carta di credito intestata ad altra persona a condizione che il contribuente sia intestatario della fattura relativa alla spesa medica eseguita.  

L’Agenzia delle Entrate ritiene che l’onere possa considerarsi sostenuto dal contribuente al quale è intestato il documento di spesa, non rilevando a tal fine l’esecutore materiale del pagamento; è necessario solo assicurare la corrispondenza tra la spesa detraibile per il contribuente ed il pagamento effettuato dall’altro soggetto. Il contribuente deve solo dimostrare l’utilizzo del mezzo di pagamento tracciabile mediante prova cartacea della transazione/pagamento con ricevuta bancomat, estratto conto, copia bollettino postale o del MAV e dei pagamenti con PagoPA e, in mancanza, attraverso annotazione in fattura, ricevuta fiscale o documento commerciale del mezzo di pagamento da parte del percettore delle somme che cede il bene o effettua la prestazione di servizio.

Pubblicato il 20/10/2020