QUOTA DI ISCRIZIONE ALL’ORDINE A CARICO DELL’AZIENDA

a cura di Marco Perelli Ercolini

Il Tribunale di Pordenone dà ragione agli infermieri: l’Azienda deve pagare la quota di iscrizione all’Ordine.

Nella sentenza il giudice del lavoro riprende quanto disposto dalla Suprema Corte con sentenza 7776 del 2015 riguardante gli avvocati: quando sussiste il vincolo di esclusività del rapporto di lavoro, l’iscrizione all’albo è funzionale allo svolgimento di un’attività professionale svolta nell’ambito di una prestazione di lavoro dipendente, pertanto la tassa rientra tra i costi per la realizzazione di tale attività e dovrebbe gravare, in via normale, sull’ente che beneficia in via esclusiva di tale lavoro.

Tribunale di Pordenone sez. Lavoro - Sentenza n. 116/2019 pubbl. il 06/09/2019 RG n. 604/2017

pubblicato il 19/09/2019