PRIMA PAGINA - INTERVISTA DI POERIO SU PMI ITALIAOGGI 7

A PAG 5

«È importante la cybersicurezza ma anche la formazione per un corretto utilizzo delle nuove tecnologie e inoltre le nuove tecnologie devono agevolare con complicare la vita, soprattutto dei medici», dice il prof. Michele Poerio, presidente di Federspev e segr. nazionale di Confedir, «Nel decreto legge semplificazione, approvato nel Consiglio dei ministri di recente, c’è obbligo di comunicare il proprio domicilio digitale per i professionisti pena la diffida dell’Ordine e la sospensione. È una norma che penalizza gli over 70. Quanti medici ultrasettantenni, pur cessati da diversi anni dalla professione attiva, rimangono ancora iscritti all’albo per solo segno di appartenenza a una grande famiglia, alla classe medica, alla medicina, che sentono loro missione di vita? Molti di questi saranno costretti a cancellarsi dall’Ordine perché non abituati a gestire strumenti informatici. Era molto meglio prima, quando i  professionisti avevano solo l’obbligo di comunicare all’Ordine di appartenenza il proprio indirizzo pec. Come Federspev chiediamo pertanto l’introduzione di una norma transitoria di dispensa dall’acquisizione della pec e del domicilio digitale per coloro che, all’entrata in vigore della legge, siano  ultrasettantenni, non in possesso di partita Iva e pertanto non esercitino più la professione». In Italia invece di recepire ciò che è semplice a livello europeo, si complica sempre tutto. Un terzo...

Continua a leggere...PMI agosto 2020.pdf