NEWS - INPS - DAL 1° OTTOBRE STOP AL PIN, SERVIZI SOLO CON SPID

a cura di Marco Perelli Ercolini

Dal 1° ottobre stop al PIN, i servizi Inps solo con SPID (Servizio pubblico di identificazione digitale) dopo un periodo transitorio per consentire il passaggio graduale dell’utenza alla nuova fase.

Peccato il servizio con PIN era pratico, veloce, accessibile da tutti e sicuro.

Il digitale se è vero che serve nei rapporti colla pubblica amministrazione (e soprattutto alla Pubblica Amministrazione), è anche vero che in molte situazioni crea complicazioni specialmente nella popolazione anziana, inoltre, dati Istat, 6 milioni di famiglie non hanno il computer….sempre più schiacciati dalla informatizzazione e dalla digitalizzazione…ma l’Italia Paese di anziani, non è fatto per gli anziani!

Se è vero che tale passaggio dal PIN allo SPID porta evidenti vantaggi a favore delle politiche nazionali di digitalizzazione, c’è però anche da chiedersi se crea anche vantaggi effettivi al diritto dei cittadini di una semplificazione dei rapporti con la pubblica Amministrazione.

Colla circolare 87/2020 l’Inps indica le modalità attraverso le quali avverrà il passaggio.

In particolare: a decorrere dal 1° ottobre 2020 l’Inps non rilascerà più PIN come credenziale di accesso ai servizi dell’Istituto; tuttavia, il PIN dispositivo sarà mantenuto per gli utenti che non possono avere accesso alle credenziali SPID, come ad esempio i minori di diciotto anni o i soggetti extracomunitari, e per i soli servizi loro dedicati. Inoltre, in base all’andamento della procedura di passaggio allo SPID, l’Istituto fisserà poi la data di cessazione definitiva di validità dei PIN rilasciati.

pubblicato il 20/07/2020