BONUS BEBÈ IN PARTO GEMELLARE O PLURIMO

LEGGE 11 dicembre 2016, n. 232 

Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2017 e bilancio pluriennale per il triennio 2017-2019 in GU Serie Generale n.297 del 21-12-2016 - Suppl. Ordinario n. 57

Articolo 1 - comma 353

A decorrere dal 1º gennaio 2017 è riconosciuto un premio alla nascita o all'adozione di minore dell'importo di 800 euro. Il premio, che non concorre alla formazione del reddito complessivo  di  cui all'articolo 8 del testo unico delle imposte sui redditi, di  cui  al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917,  è corrisposto dall'INPS in unica soluzione,  su  domanda  della  futura madre, al compimento  del  settimo  mese  di  gravidanza  o  all'atto dell'adozione.

Il premio alla nascita spetta per ciascun figlio e, di conseguenza, anche per parti plurimi. In tal caso presentando esplicita domanda alla nascita con le informazioni relative a tutti i gemelli (in particolare il codice fiscale di tutti i gemelli).

In caso di affidamento o adozione plurimi, anche gemellari, spettano, in presenza dei requisiti, tante quote da 800 euro quanti sono i minorenni adottati o affidati.

Il premio viene riconosciuto anche quando, maturato il requisito del settimo mese di gestazione, si verifichi un’interruzione della gravidanza (circolare n. 78 del 2017 in calce al punto 3.a).

Attenzione: il bonus non concorre alla formazione del reddito del percipiente.

281 INPS Mess_4252 del 13nov2020.pdf

282 INPS Circ_78 del 28apr2017.pdf

Pubblicato il 16/11/2020