730/2021 - ATTENZIONE ALLE DETRAZIONI

a cura di Marco Perelli Ercolini

Legge di Bilancio 2020

Articolo 1

Comma 679. Ai fini dell’imposta sul reddito delle persone fisiche, la detrazione all’imposta lorda nella misura del 19 per cento degli oneri indicati nell’articolo 15 del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, e in altre disposizioni normative spetta a condizione che l’onere sia sostenuto con versamento bancario o postale ovvero mediante altri sistemi di pagamento previsti dall’articolo 23 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241 (1 -  I contribuenti   possono   mettere  a   disposizione   delle   banche  convenzionate ai   sensi   del   comma   2 le somme oggetto della delega anche  mediante carte  di debito, di credito e prepagate, assegni bancari e circolari  ovvero mediante  altri sistemi di pagamento. Se gli assegni risultano scoperti o comunque   non   pagabili, il   conferimento della delega si considera non effettuato e il versamento omesso.   2. Le modalità di esecuzione dei pagamenti mediante i sistemi di cui al comma 1 sono   stabilite   con convenzione approvata con decreto del Ministro delle finanze, di concerto con il Ministro del tesoro).

Comma 680. La disposizione di cui al comma 679 non si applica alle detrazioni spettanti in relazione alle spese sostenute per l’acquisto di medicinali e di dispositivi medici, nonché alle detrazioni per prestazioni sanitarie rese dalle strutture pubbliche o da strutture private accreditate al Servizio sanitario nazionale.

 

In pochi però sanno la norma.

La Consulta dei Caf ha richiesto al Ministro dell’Economia, di posticipare la applicazione della norma per il 2020 e di far introdurre in fattura/ricevuta la obbligatorietà della dicitura “detraibile solo con pagamenti tracciati” da parte di chi eroga il servizio.

Pubblicato il 09/04/2021