16 GIUGNO IMU - IL COMUNE PUO’ DIFFERIRE PAGAMENTO

A cura di Marco Perelli Ercolini

Colla risoluzione n.5 dell’8 giugno 2020 il Dipartimento delle Finanze del Mef chiarisce la possibilità del Comune di poter disporre autonomamente la proroga della scadenza dei pagamenti Imu del 16 giugno 2020 con delibera di Giunta e successivamente ratificarla in Consiglio comunale, con esclusivo riferimento però alle entrate di propria spettanza (restano quindi fuori da ogni ipotesi di rinvio gli immobili di categoria catastale D). 

Documento in:

https://www.fiscoetasse.com/upload/RISOLUZIONE%20MEF%20N5.pdf

Ma quali Comuni? Come può il povero cittadino informarsi ed essere sicuro del provvedimento spesso scritto in modo poco chiaro e spesso irragiungibile nel sito del Comune? Perché non si ricorrere come era inizialmente previsto dalla legge all’invio al cittadino dell’avviso di pagamento da parte del Comune come per la Tari? evitando così anche di impazzire nei calcoli e nella danza delle aliquote? Dovere del cittadino è quello di pagare le tasse, ma è anche un suo diritto non dovere impazzire nei calcoli astrusi per poterle pagare assolvendo al dovere. 

pubblicato il 10/06/2020