PENSIONI ANCORA BLOCCATE

Con un anno di inflazione zero, anzi in deflazione, pensioni ferme anche per il 2017, cioè niente perequazione!

Il decreto dell’Economia che anticipa la così detta perequazione automatica, fissando un indice provvisorio da conguagliare all’inizio dell’anno successivo, prevede per il prossimo anno un indice di inflazione pari a «zero», cioè viene confermato quello del 2015….

Tale meccanismo ragguagliato al costo vita viene fatto onde permettere all’INPS di predisporre per tempo i mandati di pagamento, ovviamente per eventuali scostamenti a fine anno arrivano i conguagli positivi o negativi, di solito col segno +.

Già lo scorso anno l’inflazione era stata calcolata pari a zero, dato ora confermato col decreto pubblicato sulla GU 274 del 23 novembre 2016. Stessa previsione anche per quest’anno, salvo possibilità di conguagli se il dato definitivo a fine anno dovesse rivelarsi positivo, cosa molto improbabile.

Dunque anche per il 2017 il trattamento minimo sarà pari a euro 501,89 e la pensione sociale a 448,06 al mese.

a cura di Marco Perelli Ercolini

pubblicato il 24/11/2016