NUOVA DENOMINAZIONE DELL INPS? PERCHE'?

a  cura di Marco Perelli Ercolini

 

Ora si tenta di prendere “ufficialmente” i soldi versati dai lavoratori per la previdenza per fare assistenza che invece dovrebbe trovare i giusti finanziamenti dalla fiscalità.

L’allarme già lanciato dal presidente della Feder.S.P.eV., prof.Michele Poerio, su Formiche del 15.0.2017 e ripreso da Azione Sanitaria n.5 di agosto-settembre 2017.

 

Boeri chiede al Parlamento di cambiare la denominazione dell’INPS da “Istituto nazionale della previdenza sociale” a “Istituto Nazionale della Protezione Sociale”, perché corrisponda maggiormente alla mission dell’Istituto......"

"...Cambiare la denominazione dell’INPS da “Istituto nazionale della previdenza sociale” a “Istituto Nazionale della Protezione Sociale”, perché corrisponda maggiormente alla mission dell’Istituto. Questa una delle dichiarazioni del Presidente Boeri, che ha presentato oggi alla Camera dei deputati il Rapporto annuale INPS dal titolo “l’INPS al servizio del paese”.

Il Presidente dell'INPS, Tito Boeri, ha presentato il 4 luglio 2017 alla Camera dei Deputati il Rapporto annuale dell'Istituto. Sono intervenuti il Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Giuliano Poletti e il Vicepresidente della Camera, Simone Baldelli.

Quali le principali evidenze?

Leggi in

http://www.ipsoa.it/~/media/Quotidiano/2017/07/04/boeri-inps-come-istituto-nazionale-della-protezione-sociale/Relazione_Presidente_2017%20pdf.ashx

 

http://www.ipsoa.it/~/media/Quotidiano/2017/07/04/boeri-inps-come-istituto-nazionale-della-protezione-sociale/INPS_Rapporto_annuale_2017%20pdf.ashx

 

https://www.federspev.it/documenti/pdf_59d4aee98379f.pdf

 

http://formiche.net/blog/2017/07/15/inps-numeri-boeri/

PUBBLICATO IL 12/10/2017