LAVORATRICI - PENSIONI DI VECCHIAIA 2015

1) Soggetti in possesso di anzianità contributiva al 31 dicembre 1995

Requisito contributivo – A decorrere dal 1° gennaio 2012, i soggetti in possesso di anzianità contributiva al 31 dicembre 1995 possono conseguire il diritto alla pensione di vecchiaia esclusivamente in presenza di un’anzianità contributiva minima pari a 20 anni, costituita da contributi versati o accreditati a qualsiasi titolo.

Requisito anagrafico – Per l’accesso alla pensione di vecchiaia è richiesto il possesso dei seguenti requisiti anagrafici:

 

a)  lavoratrici dipendenti:

      dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2015:  63 anni e 9 mesi

 

b)  lavoratrici autonome e gestione separata:

      dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2015:  64 anni e 9 mesi

 

c)  lavoratori dipendenti e lavoratrici dipendenti settore pubblico:

      dal 1° gennaio 2013 al 31 dicembre 2015:  66 anni e 3 mesi

 

d)  lavoratori autonomi e gestione separata:

      dal 1° gennaio 2013 al 31 dicembre 2015:  66 anni e 3 mesi

 

2) Soggetti con primo accredito contributivo a decorrere dal 1° gennaio 1996

Dal 1° gennaio 2012, i soggetti per i quali il primo accredito contributivo decorre dal 1° gennaio 1996, possono conseguire il diritto alla pensione di vecchiaia, in presenza del requisito contributivo di 20 anni e del requisito anagrafico, al ricorrere di una delle seguenti condizioni:

 

a) se l’importo della pensione risulta non inferiore a 1,5 volte l’importo dell’assegno sociale (c.d. importo soglia), la pensione di vecchiaia spetta secondo gli stessi requisiti previsti per i lavoratori in possesso di anzianità contributiva al 31 dicembre 1995;

 

b) al compimento dei 70 anni di età e con 5 anni di contribuzione “effettiva” - con esclusione della contribuzione accreditata figurativamente a qualsiasi titolo - a prescindere dall’importo della pensione. Dal 1° gennaio 2013 al 31 dicembre 2015, il requisito anagrafico di 70 anni è incrementato di 3 mesi per effetto dell’adeguamento alla speranza di vita e potrà subire ulteriori incrementi di adeguamento

 

a cura di Marco Perelli Ercolini