IL CUMULO PREVIDENZIALE

a cura di Marco Perelli Ercolini

La possibilità del cumulo previdenziale mette fine alla «rapina» dei contributi previdenziali singolarmente inefficaci per maturare un diritto a pensione, permettendo ora di utilizzare i così detti contributi silenti e non perdere dei contributi pagati.

Già la legge 228/2012 aveva reso operativo dal 2013 il cumulo contributivo, ma con limitazioni. Ora ne potranno fruire tutti i lavoratori, dipendenti e autonomi, compresi quelli iscritti alla Gestione Separata e i liberi professionisti iscritti alle casse privatizzate. Ma soprattutto importante è la gratuità non prevista con le leggi della ricongiunzione e non più attendere l’apertura delle finestre (19 - 22 mesi) con la totalizzazione. Inoltre apre le porte anche alla pensione anticipata.  Tutti  gli spezzoni anche quelli utili per il diritto a una pensione  potranno essere cumulati per un unico trattamento di pensione.

Gli spezzoni saranno utili, dunque, sia per maturare il diritto a pensione (compresa quella anticipata),  ma anche  faranno aumentare gli importi della pensione.

Da sottolineare che eventuali domande di ricongiunzione o totalizzazione in atto e non ancora perfezionate possono essere revocate e tramutate in richiesta di cumulo. In caso di recesso entro il termine del 31 dicembre 2017 per una ricongiunzione non ancora perfezionata (cioè non siano state pagate tutte le rate di ricongiunzione oppure non sia già stata ottenuta la liquidazione della pensione) con richiesta di rimborso delle somme versate la restituzione sarà effettuata a decorrere del 12esimo mese dalla domanda in 4 rate annuali senza interessi.

 

 

ALCUNE  PUNTUALIZZAZIONI e CONFRONTI

 

 

RICONGIUNZIONE

 

 

TOTALIZZAZIONE

 

 

CUMULO PREVIDENZIALE (*)

Legge di  bilancio 2017

 

Tutti gli spezzoni di contributi ver-sati possono essere ricongiunti onerosamente con esclusione di quelli versati nella Gestione sepa-rata Inps.

Possibilità di sommare senza o-neri economici tutti i periodi com-presi quelli accreditati nelle Casse professionali.

Il cumulo dei contributi è gratuito, compresi quelle versati nelle cas-se professionali.

Cumulo anche degli spezzoni della Gestione separata Inps.

Possibilità di una unica pensione.

Possibile la pensione di vec-chiaia, inabilità e indiretta  in pro quota dalle singole gestioni (no alla anticipata nelle casse priva-tizzate).

Unica pensione di vecchiaia, ina-bilità o superstiti e dal 2017 anche anticipata.

Calcolo del trattamento con le re-gole del Fondo presso il quale si ricongiunge.

Calcolo della pensione solo con criterio contributivo.

Calcolo del trattamento  con le regole del fondo presso cui con

fluiscono i vari spezzoni.

 

(*)    I dipendenti pubblici che si avvalgono della facoltà di cumulo percepiranno l’indennità di fine servizio al compimento  

       dell’età per la pensione di vecchiaia e saranno applicate tutte le disposizioni vigenti a tale data.

Pubblicato il 09/02/2017