COMUNICATO STAMPA

Federspev: le pensioni non si toccano (abbiamo già dato); le sentenze si rispettano!

 

La Federspev, (Federazione Pensionati Sanitari – medici farmacisti, veterinari e loro superstiti - con oltre 20 mila iscritti) mostra il suo disaccordo totale nei confronti della dichiarazione di Zanetti che, dopo la sentenza della Consulta sulle pensioni rischia di aprire un caso (accuratamente programmato?) all'interno del Governo. Il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan ha dichiarato che l'esecutivo "rispetterà le leggi e la sentenza della Consulta, minimizzando l'impatto per le casse del Governo". Ma il Sottosegretario, e leader di Scelta Civica, Enrico Zanetti la pensa in modo diverso: "Escludo che sia possibile restituire a tutti l'indicizzazione delle pensioni, per quelle più alte sarebbe immorale e il Governo deve dirlo forte. Occorre farlo per le fasce più basse". Michele Poerio, Presidente Nazionale della Federspev risponde all’affermazione di Zanetti : "non rimborsare tutte le pensioni toccate dalla recente sentenza della Consulta è una soluzione del tutto illegittima. Neanche quando a stabilirlo è una sentenza della Suprema Corte, i pensionati possono sentirsi sicuri. Se c’è qualcosa di immorale è il vitalizio di Zanetti".

 

Michele Poerio

Presidente Nazionale Federspev