BONUS BEBE’ ANCHE PER IL 2020?

estratto da Legge e Prassi - articolo di Anna Maria D’Andrea 18 novembre 2019

Nella Finanziaria anche per il 2020 il Bonus Bebè, salvo cancellazioni dell’ultimo minuto.

Se approvato, il «bonus mamme domani», noto anche come «premio alla nascita», di importo pari ad 800 euro (pagato in unica soluzione), verrà riconosciuto dall’Inps previa presentazione di apposita domanda su apposita modulistica Inps, non essendo previsto alcun requisito di reddito.

La domanda (in caso di parto plurimo domanda per ciascun nato) potrà essere inoltrata dal compimento del settimo mese di gravidanza (inizio dell’ottavo), ma anche dopo la nascita del figlio, purché entro il termine di un anno dal verificarsi dell’evento; spetta anche nel caso di adozione (disposta con sentenza divenuta definitiva ex legge n.184 del 4 maggio 1983) o di affidamento preadottivo (affidamento preadottivo nazionale disposto con ordinanza ai sensi dell’art. 22, c. 6, l. 184/1983 o affidamento preadottivo internazionale ai sensi dell’art. 34, l. 184/1983).

Sono da allegare alla domanda i seguenti documenti:

  • il numero di protocollo telematico del certificato rilasciato dal medico SSN o medico convenzionato ASL;
  • l’indicazione che il certificato sia già stato trasmesso all’INPS per domanda relativa ad altra prestazione connessa alla medesima gravidanza;
  • per le sole madri non lavoratrici è possibile indicare il numero identificativo a 15 cifre e la data di rilascio di una prescrizione medica emessa da un medico del SSN o con esso convenzionato, con indicazione del codice esenzione compreso tra M31 e M42 incluso. La veridicità di tale autocertificazione sarà verificata dall’INPS presso le competenti amministrazioni.

In caso di adozione o affidamento avvenuto a partire dal 1° gennaio 2020:

·         il provvedimento di adozione o affidamento nazionale emesso dell’autorità competente (tipologia, numero, data del provvedimento e autorità che lo ha emesso);

·         in caso di adozione/affidamento internazionale il provvedimento della Commissione per le Adozioni Internazionali - CAI (numero dell’autorizzazione; data dell’autorizzazione) ovvero il numero e la data dell’autorizzazione.

L’assegno di 800 euro come premio alla nascita verrà erogato dall’Inps in un’unica mediante:

  • bonifico domiciliato presso ufficio postale;
  • accredito su conto corrente bancario;
  • accredito su conto corrente postale;
  • libretto postale;
  • carta prepagata con IBAN.

Per tutti i pagamenti, eccetto bonifico domiciliato presso ufficio postale, è richiesto il codice IBAN.

In caso di richiesta di accreditamento su coordinate IBAN è necessario inviare il modello SR163 online all’INPS attraverso il servizio dedicato.

Normalmente l’importo è erogato in tempi relativamente brevi, in alcuni casi  in passato  attese anche a tre mesi, raramente oltre.

pubblicato il 29/11/2019