ATTENZIONE ALLE TRUFFE TELEFONICHE

Truffe telefoniche: basta rispondere «sì» per cambiare contratto

a cura di Marco Perelli Ercolini

"Lei è la signora…" la mera risposta affermativa viene registrata e usata per simulare il consenso al cambio di gestore di luce o gas.

L'allarme della Polizia.

In caso di indebita attivazione di un contratto per fornitura di luce, gas, telefono  mai richiesto va subito proposto apposito reclamo al fornitore per disconoscere la stipula evidenziando di non aver mai consentito alcun cambio.

Inoltre come disposto dalla c.d. direttiva consumatori, d.lgs. n.21 del 21 febbraio 2014, il contratto concluso per telefono deve necessariamente essere confermato per iscritto.

In caso di fornitura non richiesta, il consumatore non ha alcun obbligo di pagamento.

 

Pubblicato il14/09/2016