ANCHE LE AUTO STORICHE PAGANO LA TASSA DI POSSESSO

La Corte Costituzionale, con la sentenza n. 199/2016 depositata il  21 luglio 2016 ha dichiarato illegittime le norme previste dalla regioni Umbria e Basilicata in quanto lesive della competenza legislativa esclusiva dello Stato in materia di tributi erariali.

Sulla tassa di possesso ex bollo auto, la legge n. 190/2014 ha infatti eliminato ogni esenzione per i veicoli e motoveicoli anche di interesse storico o collezionistico immatricolati da meno di 30 (e da almeno 20), lasciando il beneficio soltanto per gli esemplari ultratrentennali.

Bollo auto - È una tassa di possesso dovuta sui veicoli a prescindere dal loro utilizzo. Il tributo va pagato annualmente da chi risulta essere proprietario del veicolo.

a cura di Marco Perelli Ercolini

pubblicato il 01/08/2016